pamparino








































chinotti






origini del chinotto

FAMIGLIA: rutacee
GENERE: Ŕ quello del Citrus a cui appartengono tutti gli agrumi
ORIGINE: Cina, Goa, isola di Salsetta ( India), India Orientali
ASPETTO: pianta che non supera i 3 metri, con una chioma molto ramificata
FOGLIE: rispetto al chinotto myrtifolia, presenta una foglia molto pi¨ grande
FIORI: piuttosto piccoli come dimensione, di colore bianco e molto profumati
FRUTTI: dalla forma sferica, disposti a grappolo, con un diametro che va dai 2 ai 4 cm hanno una polpa gialla, dla gusto amaro e rispetto al chinotto myrtifolia la presenza dei semi Ŕ scarsa o addiritura nulla. La buccia Ŕ molto sottile, di colore verde prima e arancionata a frutto maturo.La raccolta si esegue in tre periodi; per il frutto verde la prima a settembre - ottobre, la seconda a novembre, per il frutto maturo a dicembre.
UTILIZZO: i frutti vengono usati per marmellate, sciroppi, canditi, marmellate, mostarde o per preparare liquori e bibite. Per i prodotti a base di frutto di chinotto di Savona visita il sito www.chinottidisensu.com
ESPOSIZIONE: pieno sole
TERRENO: preferibilmente sabbioso ed argilloso ben lavorato in profonditÓ e concimato con sostanze organiche
PIANTAGIONE: solitamente eseguita in autunno in buche con una profonditÓ di circa 60 cm, con uno strato drenante sul fondo. I chinotti possono vivere fino a cento anni, e la fruttificazione ha inizio dopo almeno tre anni dall' innesto
CONCIMAZIONE: in autunno e in primavera con concimi organici
ANNAFFIATURE: particolarmente abbondanti, ripetute settimanalmente, sopratutto in primavera e in estate
















chinotto coltivazione





chinotto produzione





chinotto trasformazione















Pamparino Green & Parking di Pamparino Gian Pietro & C s.a.s.

Via Caprazoppa 26 17024 Finale Ligure (SV)
P.IVA 01349140093